Per fare inclusione si deve avere empatia, ovvero mettersi nei panni dell’altro, avere uno sguardo profondo e attento alle emozioni, alle difficoltà,  ma soprattutto ai particolari che colorano la vita di ciascuno; a volte i colori sono brillanti da sé ma altre volte hanno bisogno di essere riscoperti, lucidati e portati a vita nuova. Un approccio ed un affrontare positivo il percorso che abbiamo davanti può esaltarne le molteplici sfaccettature ed arricchirne i “contenuti”.

Fare inclusione sociale rappresenta l’occasione per operare affinché ogni individuo abbia pari opportunità, indipendentemente dalla presenza di disabilità e/o povertà. Si deve lavorare, tutti uniti, nella stessa direzione: integrare in ogni ambito della società.

 

mani inclusione

“Fare inclusione” significa “fare Comunità”.  

Da pochi anni, grazie anche alla Convenzione ONU sui diritti umani, si parla di inclusione. Essa riguarda tutte le persone e la loro condizione umana, la quale a sua volta può presentare difficoltà di vita e/o situazioni di disabilità. Il concetto di inclusione porta al riconoscimento di un diritto come forma di contrasto al suo opposto: l’esclusione.

Un ambiente è inclusivo quando le diversità fisiche, etniche e socioeconomiche vengono valorizzate, dando la possibilità di crescere, vivere dignitosamente in un sistema equo e coeso nel rispetto delle differenze di ognuno e con pari opportunità.

Perché fare inclusione sociale è un valore aggiunto per tutti?

Nelle realtà dove c’è inclusione sociale si ha un valore aggiunto, si è volti ad individualizzare e valorizzare le potenzialità di ciascuno, col minor grado di supporto possibile, al fine di migliorare la Qualità di Vita. Tutto è proteso nel non fare solo assistenzialismo, ma nel cercare di garantire indipendenza anche e soprattutto economica, restituendo dignità alla persona.

La diversità deve essere vista come un valore aggiunto. Accettare, comprendere, emergere, donare, liberare, non dipendere…sono i verbi che arricchiscono i contenuti dell’Inclusione Sociale e del fare Comunità.

uniti e inclusivi

Leave a comment